Salvatore

Salvatore Fiume

(1915-1997)

Studiò incisione ad Urbino e si trasferì successivamente a Milano, nel ’36. La sua pittura si basa su un impianto tradizionale animato da un forte senso visionario. Nel ’50, presentò alla Biennale di Venezia le sue “isole statue”, tema pittorico monumentale che sviluppò anche in seguito. Il gusto spettacolare insito nella sua pittura maturò in seguito in un interesse per la scenografia. Nel ’67 eseguì un mosaico per la nuova chiesa di Nazareth e numerose sono state le sue opere pubbliche oltre che esposizioni di livello nazionale ed internazionale.



OPERE

Somale

Somale

dipinti
Olio su tavola - 36,5x54,5 cm - anno 1984